Le seven summits » VINSON  
 

» ANTARTIDE
» Ellsworth Mountains
»
4.897 m - 16.067ft.


In un incredibile Sahara di ghiaccio chiamato Antartide, dove le precipitazioni annue non superano i 5 cm di neve e la crosta d’acqua allo stato solido che lo riveste ha lo spessore medio di duemila metri, alcune cime parzialmente rocciose sbucano quasi a fatica dal bianco-azzurro dell’orizzonte. La più alta prende il nome da un tale Vinson, congressman americano distintosi negli anni cinquanta/sessanta per aver ostinatamente propugnato, e fatto finanziare, l’esplorazione del continente più freddo, silenzioso e privo di vita del pianeta.
E’ un altro di quei luoghi della Terra che solo le immagini riescono a descrivere, e neanche pienamente. L’assoluta limpidezza dell’aria dona ai colori, che sono quasi esclusivamente il bianco e l’azzurro, una tonalità quasi irreale, mentre il freddo terribile e il vento che lo amplifica riportano il povero alpinista a una realtà di sofferenza molto più prosaica!
L’unica stagione possibile per la salita è l’estate australe, nella quale la presenza del sole per ventiquattr’ore al giorno costituisce un’ulteriore difficoltà, rendendo ancor più difficile il riposo.