Curriculum  
 

"PERCHE’ SCALARE UNA MONTAGNA? PERCHE’ E’ LI’…."
(George L. Mallory)

Mi piace l’idea di titolare la mia piccola autobiografia, alpinistica e non, con una citazione di George Leigh Mallory, l’audace e geniale precursore del moderno himalaysmo, che negli anni venti, sia nelle idee che nelle realizzazioni, era qualche decennio avanti agli altri. A qualcuno che cercò di farsi spiegare da lui la ragione del suo ostinarsi sull’Everest, del perché volesse scalare ad ogni costo la grande montagna, rispose che lo faceva perché era lì... quasi che l’esplorarla fosse un dovere, secondo la miglior tradizione britannica. O che forse intendesse chiudere un’intervista sciocca con una risposta ovvia?


Dati anagrafici:
Nato a Trieste il 24/11/1945.
Residenza attuale: Milano.
Domicilio montano: Chiesa in Valmalenco, Alpi Retiche.
Sposato, divorziato, risposato, una figlia, Silvia.


Studi:
Maturità classica presso il Liceo-Ginnasio Cesare Beccaria di Milano.
Laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano.
Vari corsi di perfezionamento in materie economico-finanziarie e giuridiche presso Università, aziende e istituzioni culturali.
Lingue: francese, tedesco, inglese.


Lavoro:
Dirigente d'azienda, oggi consulente.


Interessi extra-alpinistici:
molteplici, sopra tutti i classici della letteratura, la storia antica e la politica internazionale. Vengo da una famiglia di “letterati” e sono abituato da sempre a cibarmi di carta stampata. L’amore per il libro, inteso come strumento e insieme testimonianza del progresso umano, è stato l’unico vero insegnamento religioso che i miei genitori mi hanno dato e del quale sarò sempre loro riconoscente. Forse per questo i libri di montagna, e in generale i riferimenti letterari che ad essa riportano, hanno avuto grande importanza nell’inizio e nello sviluppo della mia attività alpinistica.
Mi piace pensare alla mia vita come a un percorso esplorativo dei terreni più svariati, sia in senso geografico, sia in termini culturali e conoscitivi generali, cioè senza confini.